Blog: http://malvino.ilcannocchiale.it

Varie

1. Aborto, l’84% degli americani vuole ridurlo” (Avvenire, 15.10.2008). Nel testo dell’articolo: Il sondaggio mostra significative differenze tra il 65% dei cattolici che si dicono praticanti e il 35% che non lo sono. Per esempio, il 59% dei cattolici praticanti risultano «pro life» (cioè contrari all’aborto), mentre il 65% dei non praticanti sono «pro choice»”.
Se “il 59% dei cattolici praticanti risultano […] contrari all’aborto”, vorrà dire che il 41% non lo è del tutto: un dato assai più significativo di quell’84% degli americani (cattolici e non cattolici) che vorrebbe “ridurlo”.
Continua l’articolo: “Sull’aborto, un terzo del campione complessivo di americani (32%) secondo il sondaggio, chiede che venga praticato solo nel caso di stupro, incesto, o per salvare la vita della madre, mentre il 24% degli statunitensi vorrebbe limitarlo ai soli primi tre mesi di gravidanza e l’8% ai primi sei mesi”.
Ma è questo il modo di dare le notizie? E da dove viene fuori quel 84% del titolo? 32 + 24 + 8 = 64, e quell’8% di americani che è d’accordo all’aborto entro i primi sei mesi può essere considerata quota incorporabile in quella di chi “vuole ridurlo”? Cè da pensare che chi non vuole ridurlo sarebbe favorevole a consentirlo fino al nono mese?

2. Ieri, Christian Rocca segnalava un
titolo a pagina 17 de la Repubblica di oggi (“«Non voterò per mia suocera» si confessa il baby-genero Palin”) e commentava: “Nel pezzo, invece, il baby genero dice solo: «Spero che Sarah vinca, sarà mia suocera quindi non posso che augurarmi che vinca…»”.
In realtà, come al solito,
Christian Rocca ha letto a modo suo. Il baby-genero di Sarah Palin davvero non voterà per sua suocera: non si è iscritto per tempo alle liste elettorali, e dunque il titolo dell’articolo non contiene alcuna falsità, come pare si voglia insinuare.
In più,
il ragazzo afferma: «[Barack Obama] mi sembra un bravo ragazzo, mi piace». Il contrario di quello che si può dire di Christian Rocca.

3. Sono passati 18 anni da quando Pietro Maso ha ucciso i genitori, ma pare che egli non possa aver subìto alcun cambiamento da allora, almeno a detta di quei giornalisti che in questi 18 anni ne avranno subìti almeno mezza dozzina.

Pubblicato il 16/10/2008 alle 1.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web