Blog: http://malvino.ilcannocchiale.it

Mozione

S’io fossi fra gli alti vertici della gerarchia che governa la galassia radicale, butterei lì una mozione: un finto sequestro di Marco Pannella (rilascio senza riscatto all’indomani delle elezioni). Giacché sono un inguaribile romantico, vorrei fosse messa ai voti con procedura d’urgenza.
Se la mozione non passasse, mi lascerei morire di inedia, e guai a chi me lo volesse impedire. Se passasse, avremmo un Marco Pannella davvero finalmente tutto zitto, perfetta rappresentazione della strage di diritto, eccetera. Sarebbe un momento di altissima drammaticità, gli si faccia presente quanti orgasmi potrebbe cavarne.
Faccia il calcolo di quanto avrebbe da parlare dopo (ospitate, interviste, memoriali e quant’altro), gli si conceda di scegliere l’identità socioculturale dei suoi sequestratori (per facilitargli la lectio che dovrà tenerci sul sequestro), lo si implorasse di accettare l’estremo sacrificio (quello di non rompere il cazzo per tre o quattro settimane).
Ovvio che in archivio rimarrebbe prova che ha deciso tutto lui, nessuno vuol togliergli la soddisfazione dell’autodenuncia per simulazione di reato, nel caso volesse giocarsi il tutto come una provocazione. Gli si faccia comprendere la cangiante infinità di argomenti che potrebbe donare al mondo.

Pubblicato il 24/2/2010 alle 3.17 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web