Blog: http://malvino.ilcannocchiale.it

Scrivi, non è detto che Malvino possa risponderti

Simpaticamente compulsato da due affezionati lettori di codesto blog, esprimo qui le mie impressioni su due interessanti aspetti da essi sollevati in relazione alle recenti disposizioni del Ministero della Salute in ordine a prevenzione di sovrappeso e obesità: (1) Qual'è il corretto uso della cintura misura-pancia che gli esperti di Sirchia hanno intenzione di inviarci a casa? [Carlo] (2) Perché i prodotti ipercalorici non recano scritte analoghe a quelle dei preparati a base di tabacco? [Guido]. Orbene, il tono un po' stronzetto, e spocchiosino, che ho fin qui tenuto - avete percepito? sembrava l'inizio di una riposta di Sergio Romano - è forse il più verace indicatore del mio imbarazzo. Sono queste le volte che io ho vergogna d'esser medico - intendo dire: vi giuro sul sangue di mia madre, non tutti i medici inventano cinture di quel tipo, non tutti i medici considerano un babà stricnina. Io sarò atipico, non nego, ma penso che non spetti al medico dire "tu devi fare questo", ma più semplicemente " se fai questo, è probabile che accada questo; se fai quest'altro, quell'altr'ancora; e a questo che è accaduto, per questo, questo e questo, si può riparare in questo modo, o in questo o quello; stop, prego, ottanta euro, di là la signora le fa la ricevuta". "Tu devi fare questo" lo può dire mamma, la direttrice del collegio, la moglie scassacazzi, quella brunetta sexy col guinzaglio nel carcere iracheno - non un medico. Ordunque, caro Carlo, intendo la venatura ironica della tua domanda. E' chiaro che 102 cm per i maschietti e 88 cm per le femminucce siano misure scelte a cazzo di cane, perché questa soglia non può valere per chi è alto un metro e trenta e per chi due metri. Né ovviamente per chi è affetto da priapismo con pene dal diametro di otto centimetri che come l'ago d'una bussola punta fisso a nord. Neppure per gemelli siamesi, tantomeno per donne incinte, meno che mai per chi è secco secco ma è afflitto da meteorismo, o ha una cirrosi con copiosa ascite, o ha un cistoma ovarico di dodici chili, o ha un alien in sedia a sdraio nella pancia. In quanto al memento mori sul bicchierone di Nutella, caro Guido (ohilà, sappi, carino, ti penso sempre) io credo che dovremo attendere parecchio: innanzitutto perché sarebbe impromptum di coerenza (il che da un Ministero è vano attendersi), eppoi perché mangiare in modo scombinato compensa sessualità, aggressività, fallimenti, sensi di vuoto, gran gamma di scontenti - tutta roba impossibile a contenere neanche se il Ministero chiama come consulente Hegel. Ecco, questo è tutto. 

Poscritto: La rubrichetta "Scrivi, Malvino ti risponde" era nata per domande meno serie. Io come esperto di cose mediche sono molto, ma molto poco divertente. Se è questo che ci si aspettava. Che cazzo, nessuno mai che scriva: "Ho un fidanzato con le creste di gallo in culo? Che dici, Malvinuzzo, è ricchione?", oppure - ecchennesò - "La mia ragazza ha ingoiato una gruccia. Donde gliela sfilo?". Mai. Solo domande di quelle che fanno a Sergio Romano. Che sfiga.

Pubblicato il 21/1/2005 alle 20.24 nella rubrica Scrivi, Malvino ti risponde..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web